Il costo di un trasloco può variare molto a seconda di fattori come la distanza tra la località di partenza e quella di arrivo e la quantità di mobili da trasportare. È meglio avere le idee chiare fin dall’inizio, per poter pianificare il budget ed i dettagli logistici relativi a questa importante operazione.

Quali sono gli elementi da considerare per il costo del tuo trasloco?

Quando si trasloca spesso si sottovaluta l’impegno richiesto, i problemi pratici che devono essere affrontati e non si tengono in considerazione le piccole spese che però fanno aumentare il costo finale. Per evitare sorprese o imprevisti, è sempre meglio affidarsi a professionisti abituati a gestire queste operazioni.

Per farti un’idea del costo, per prima cosa è meglio capire che tipologia di trasloco fa per te, partiamo dalle tue esigenze.

Chiediti:

. qual è il volume complessivo degli oggetti che vuoi trasferire;

. quanto tempo hai a disposizione e quanto ne puoi dedicare al trasloco;

. quanto è distante la tua nuova casa.

Per una valutazione più precisa, chiedi sempre consiglio ad un esperto. Spesso le aziende più esperte effettuano un sopralluogo, per rendersi conto di persona del lavoro che dovranno effettuare.

Considera che puoi trovare alternative adatte a tutte le esigenze e tutti i budget. Da una minima assistenza nello spostare un paio di mobili si arriva al trasloco “chiavi in mano”, che prevede anche il posizionamento delle scatole nelle varie stanze. Con la modalità “chiodo a chiodo”, invece, ogni oggetto viene posizionato secondo le tue indicazioni nella nuova casa.

“Si, ma quanto costa un trasloco?”

“Quali variabili influiscono sul costo del trasloco?”

Il costo del trasloco è sempre soggettivo e dipende da:

– La distanza: nella stessa città ci sarà un prezzo, mentre per un trasloco internazionale può arrivare anche a 10.000;

– quantità dei mobili: incide molto su quanto lavoro dovranno fare i facchini e sulla tipologia di camion da impiegare. Se possiedi merci pesanti (casseforti), ingombranti (pianoforte) o di valore (opere d’arte), il costo naturalmente sarà superiore;

– difficoltà di assemblaggio: le operazioni preliminari che permettono il trasporto dell’arredamento fanno perdere molto tempo. Se lo desideri, gli addetti si occuperanno anche di inscatolare i tuoi oggetti personali in modo professionale. Questo ridurrà il rischio di danneggiamento durante il trasporto.

➡ I costi aggiuntivi del trasloco:

* impossibilità di accesso: appartamento ad un piano superiore al quinto dove è richiesto l’utilizzo di un montacarichi o di una piattaforma elevatrice;

* divieto di sosta: se è necessario parcheggiare il furgone per più di 6 ore, il titolare dell’impresa deve richiedere un permesso di occupazione del suolo pubblico. Il costo, anche in questo caso, varia da città a città.

* contenitori: spesso le ditte di traslochi forniscono anche le scatole. Di solito quelle di plastica riutilizzabili sono gratuite, mentre quelle di cartone (poi da smaltire) sono a pagamento, ma sono più resistenti di quelle che puoi procurarti da solo. In questo modo si riducono i rischi di danni ai tuoi oggetti personali;

* depositi merci: puoi richiedere questo servizio se hai bisogno di lasciare per un breve periodo di tempo i tuoi oggetti in un luogo. Indicativamente, i depositi hanno un costo di 5-7 € al mese per metro cubo. Per un’intera casa di 50 m² si arriva a circa 100 € al mese. Per sfruttarli al meglio, smonta i mobili, utilizza anche le parti più alte del deposito e organizzalo in maniera efficiente: metti per prima cosa tutto quello che non usi frequentemente e vicino all’ingresso gli oggetti che ti serviranno subito, in modo che siano immediatamente raggiungibili.

Comunque, detto francamente, affidarsi ad un’azienda seria sicuramente comporta un costo maggiore per il trasloco, ma porta con sé anche molti vantaggi, vediamoli insieme:

° Meno stress e più efficienza!

Non sottovalutare la difficoltà e lo stress che un trasloco può comportare. Non basta avere un furgone, tanto tempo a disposizione e buona volontà, devi considerare anche costi marginali, come il prezzo per la benzina, delle pellicole protettive e degli scatoloni, oltre ad eventuali giorni di ferie o permessi che dovrai prendere. A questo devi aggiungere lo stress fisico e la perdita di tempo per sbrigare e varie incombenze.

° Minor rischio di danneggiamenti ed imprevisti!

Le aziende hanno a disposizione furgoni attrezzati, carrelli e piattaforme elevatrici. Il personale è in grado di montare e smontare i mobili velocemente ed in maniera efficiente, con un minimo rischio di danneggiamento. Senza i mezzi adeguati, anche traslocare da un terzo piano può diventare un problema.

° Massima affidabilità!

L’idea di affidare i propri oggetti ad estranei, può all’inizio spaventare. Sicuramente, è più rassicurante scegliere un’azienda affidabile e non improvvisata, che normalmente è assicurata contro eventuali danni al mobilio trasportato.

I professionisti possono anche aiutarti nelle pratiche burocratiche che spesso sono complicate e hanno tempistiche lunghe.

Ora che ti ho fornito queste informazioni, pensi ancora di poter affrontare da solo un trasloco?

Siamo arrivati al termine di questo nuovo articolo! Se lo hai trovato utile e di tuo gradimento, chiederei SOLO un “LIKE” o una CONDIVISIONE.

Se invece stai pensando di VENDERE CASA e sei un po’ titubante o non informato al 100% sulle dinamiche del mercato immobiliare, puoi contattarmi senza impegno ai riferimenti qui sotto ? ? ?

? 328.70.68.912

? giovinazzo@iconacasa.com

A presto, Marco Alberga

Author

Marco Alberga, Agente Immobiliare, Specialista nel Vendere Case. Contattami per una consulenza personalizzata e senza impegno. Ho la soluzione giusta per le tue esigenze!

Lascia un Commento

328 7068912

Send this to a friend